Libero Quotidiano

Libero Quotidiano è un termine che indirizza a chiamare il giornale. Libero è descritto come un quotidiano italiano fondato nell’anno 2000 da Vittorio Feltri. Il primo numero del giornale è venuto fuori il 18 luglio 2000. Durante la campagna elettorale del 2006, Libero ha raggiunto 100.000 copie di vendite in un solo mese. Fu per l’annuncio di Corriere della Sera, il primo quotidiano italiano, di sostenere una delle due coalizioni del settore, L’Ulivo.

Dal gennaio 2007 al 15 luglio 2008 Alessandro Sallusti ha assunto il ruolo di direttore responsabile per Libero, con Vittorio Feltri come redattore. Le pagine economiche sono diventate un contesto legato al quotidiano, con il proprio titolo, il mercato libero, e il proprio direttore, Oscar Giannino. Il progetto si è concluso nel febbraio 2009, quando la collaborazione di Giannino con il giornale è interrotta.

Nel luglio 2008, Feltri è tornato come direttore responsabile, per partire nell’agosto 2009, per tornare a Il Giornale. Il 21 dicembre 2010 Vittorio Feltri ha lasciato il giornale per la seconda volta come redattore capo del Libero, che divenne anche un azionista con Maurizio Belpietro, confermato amministratore delegato. I due giornalisti hanno acquistato il 10 per cento ciascuna delle società di pubblicazione. Pur avendo una partecipazione di minoranza, la direzione dei giornali fu affidata a loro. Grazie a una serie di accordi di azionisti, Feltri e Belpietro detengono anche una maggioranza nel consiglio di amministrazione. Nell’estate del 2011, Feltri è tornato a Il Giornale come redattore. A partire da novembre 2009, questo Libero era disponibile con un sistema di consultazione digitale. Dal 26 ottobre 2015 il quotidiano è stato pubblicato anche lunedì. D’altro canto, questo giornale rilascia sette settimane. Il 19 maggio 2016, Feltri tornò alla direzione del giornale.

Dal 2001, “Libero” è di proprietà del Gruppo Angelucci. È attivo nel settore della salute e della proprietà. Con l’aiuto della capitale di Capitalia, Angelucci ha investito 30 milioni nel giornale quotidiano. Sta cambiando Libero da un quotidiano regionale in un giornale nazionale.

Nel 2007, Editorial Libero s.r.l., società editoriale del quotidiano, viene consegnata alla Fondazione San Raffaele, ospedale di Ceglie Messapica, in provincia di Brindisi. La testiera è ancora di proprietà del gruppo Angelucci.
Nel 2003, “Libero” ha chiesto ai proprietari del bollettino “New Opinions” di affittare il test. Il quotidiano è diventato ufficialmente il complemento dell’organo ufficiale del Movimento della Monarchia Italiana. In questo modo era ammissibile ricevere € 5.371.000.

Libero Quotidiano fa parte del Libero in generale. Libero in questo termine è un portale internet online. Questo portale è gratuito e considerato uno dei più preferiti. Offre molte cose per te. Guarda il suo sito ufficiale ora! Questo giornale vale la pena soprattutto per quegli oratori italiani e per coloro che vogliono conoscere l’italiano. L’apprendimento è una buona cosa per la tua vita. E ‘molto utile in ogni caso. Non abbandonare mai e continuare a imparare fino a raggiungere la cima.

Libero Quotidiano | Admin | 4.5